Il seguente questionario è rivolto a tutti i giovani del Comune di Asti tra i 15 e i 25 anni, può essere compilato in forma anonima ma sarebbe bello che lasciassi i tuoi dati per essere informato sui progetti e le iniziative che organizzeremo anche per te, e se vorrai, essere contattato per partecipare direttamente alla loro realizzazione.

Ti chiediamo di rispondere a queste domande e farci riavere il questionario nei tempi stabiliti perché da quello che emergerà cercheremo di orientare, anche grazie alle tue risposte, le scelte che faremo come Assessorato, che spero corrispondano ad azioni efficaci, soddisfacenti e partecipare con i giovani di Asti.

Ti ringrazio fin d'ora per il tempo che dedicherai a questa iniziativa

ASSESSORE alle POLITICHE GIOVANILI della Città di Asti



 

da La Nuova Provincia

“Così risponderemo alle richieste dei giovani astigiani”

E' on line il questionario rivolto ai ragazzi dai 15 ai 25 anni realizzato dal Comune e dall'istituto Castigliano. L'obiettivo è pianificare nuovi progetti

L’iniziativa

Un questionario fatto con i giovani per i giovani. Gli obiettivi? Creare una mappa dei luoghi di aggregazione e dei servizi che la città offre ai ragazzi. E, in secondo luogo, realizzare un piano di interventi e progetti da attuare come Amministrazione comunale nell’ambito delle politiche giovanili.
E’ l’argomento di cui si è parlato ieri (lunedì) in occasione della conferenza stampa che si è svolta in Municipio. A presentare il progetto, intitolato “Vivere la città”, l’assessore alle Politiche giovanili Elisa Pietragalla affiancata dalle docenti dell’istituto Castigliano Roberta Borgnino e Stella Perrone, oltre ad alcuni studenti dell’istituto stesso. Sì, perché l’iniziativa ha finora coinvolto la scuola superiore cittadina.

Il progetto

«Il progetto – ha spiegato l’assessore Pietragalla – è stato realizzato in sinergia con l’istituto Castigliano. Abbiamo infatti pensato un questionario composto da circa 20 domande, sia di tipo chiuso sia aperto, da sottoporre ai ragazzi astigiani tra i 15 e i 25 anni. Sono domande relative agli interessi seguiti nel tempo libero, agli eventuali luoghi di aggregazione frequentati, alle associazioni o compagnie di cui si fa parte. C’è poi la sezione che mira a sapere se i giovani a sono conoscenza di alcune opportunità rivolte loro – come l’Informagiovani – e un’altra volta a sapere se hanno fiducia nei confronti delle Istituzioni».

Il lavoro degli studenti

A “tradurre” il tutto sul web i ragazzi dello Sportello studenti dell’istituto Castigliano, coordinati dalle docenti Stella Perrone e Roberta Borgnino, rappresentati all’incontro da Marta Vogogna e Valentina Cinello. «Gli studenti – ha spiegato la prof.ssa Borgnino – hanno realizzato un form in modo che i ragazzi possano rispondere al questionario on line. Dopodiché i risultati saranno analizzati con due finalità. Prima di tutto verrà realizzata una mappa della città, a disposizione di tutti, in cui per ogni quartiere verranno indicati tutti i luoghi di aggregazione e i servizi esistenti dedicati ai giovani, previa verifica “sul campo” da parte di studenti divisi in gruppi, anche di altre scuole, anche per verificare cosa si potrebbe potenziare. Dopodiché, sulla scorta dei bisogni e dei desideri emersi nell’ambito del questionario, gli studenti potranno proporre al Comune un programma di interventi individuando eventuali spazi da adibire alla loro realizzazione. Quindi, in sostanza, la finalità è quella di rendere i ragazzi cittadini attivi e partecipi».
«La mappa – ha aggiunto la collega Perrone – sarà innanzitutto di tipo digitale e interattivo. In un secondo momento potrebbe essere arricchita con elementi della realtà aumentata e della realtà virtuale».

 

da La Nuova Provincia

 

 >> Accedi direttamente al questionario <<

 

oppure vai sul sito dell'Assessorato Politiche Giovanili

 

 

Vai all'inizio della pagina