Polo universitario astigiano, ricominciano le attività in sede

Con il saluto alle matricole del corso di laurea in Servizio Sociale, mercoledì scorso, il Polo universitario astigiano, che conta oltre 1.500 studenti, ha cominciato a riprendere parzialmente l’attività in presenza dopo il lungo stop dovuto all’emergenza sanitaria.
Il benvenuto è stato dato da Mario Sacco, presidente del consorzio Astiss che gestisce il Polo a livello amministrativo, e da Chiara Bertone, presidente del corso di laurea.
Lunedì, invece, è stato il turno degli studenti del terzo anno del corso di laurea in Tecnologie alimentari per la ristorazione.
«L’università vuole ripartire con prudenza, accoglienza e dialogo», commenta Sacco. «Lo scopo – prosegue – è quello di consentire la ripartenza delle lezioni e delle attività varie (ad esempio tutoraggio e segreteria) nel rispetto dei protocolli sanitari e delle direttive nazionali in un clima di serenità, sicurezza e rigore per studenti, docenti e ospiti. A fianco delle lezioni in presenza, comunque, abbiamo predisposto un programma di potenziamento delle lezioni in modalità streaming, videoregistrate in modo da consentire a tutti un apprendimento condiviso sia attraverso l’installazione di telecamere wireless in tutte le aule sia attraverso l’allestimento di una sala di registrazione di lezioni e altre attività didattiche a cura dei docenti dei corsi di laurea, fruibili in remoto dagli studenti».
Ovviamente sono applicate le normative anti contagio. Ovvero, il distanziamento sociale tra gli studenti, gli ingressi contingentati di studenti e visitatori esterni, il controllo della temperatura in entrata e di eventuali assembramenti nei corridoi e spazi comuni, l’utilizzo delle mascherine negli spazi chiusi, la disinfezione delle mani all’ingresso, la sanificazione giornaliera e al cambio di lezione in aule, spazi comuni, corridoi, servizi igienici. E ancora, l’adozione di ogni precauzione per gli studenti che manifestano sintomi riconducibili al Covid e l’allestimento di una stanza isolata per ospitare temporaneamente studenti con sintomi influenzali.

Le modalità adottate

Ecco, quindi, come hanno organizzato l’avvio dell’anno accademico i corsi ospitati nel Polo astigiano...

 

Continua a leggere su La nuova provincia

 

 

Vai all'inizio della pagina